Lun-Ven: 09:00 - 12:30 / 14:30 - 18:00

Mar-Ven pomeriggio chiuso

Iscriviti

Scopri i vantaggi

0544470102

Ravenna

Lavori straordinari e fondo speciale del condominio

Quando in assemblea condominiale viene deliberata l’approvazione di lavori straordinari è obbligatoria la costituzione del fondo speciale di cui all’art. 1135 c.c.. In mancanza di tale costituzione la delibera assembleare è sottoposta a nullità. Questo il principio della sentenza pronunciata in data 17 gennaio 2018 dal Tribunale di Udine.

Nella fattispecie, un condomino impugnava ben nove delibere assembleari del proprio condominio lamentando svariati vizi formali, come la convocazione tardiva e la legittimità dei lavori deliberati al fine di sanare la situazione relativa alla vecchia cisterna del carburante ad uso riscaldamento interrata nel cortile condominiale.

Tra i vari motivi di impugnazione vi era anche quello della mancata costituzione da parte dell’amministratore di un fondo speciale dedicato alla raccolta dei capitali necessari per lo svolgimento dei lavori straordinari in condominio.

In particolare la delibera impugnata prevedeva la dismissione del vecchio impianto di riscaldamento e della succitata cisterna del carburante, il rifacimento della linea fognaria e la sostituzione delle porte esterne posteriori dello stabile senza però deliberare, per ognuno dei predetti interventi la costituzione di un fondo speciale per l’importo necessario per i lavori.

La norma. L’articolo 1135 del Codice Civile afferma, ai commi I e IV, che “Oltre quanto è stabilito dagli articoli precedenti, l’assemblea dei condomini provvede alle opere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari all’ammontare dei lavori”.

Va da sé che l’assemblea condominiale è stata convocata nuovamente per adempiere a tali obblighi.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tessera Online
Categorie